focusRogliano

Il borgo delle 12 chiese

La presenza a Rogliano di numerose chiese testimonia una religiosità intensa grazie alla quale vennero commissionate opere di impareggiabile valore storico ed artistico prodotte da rinomate scuole di scalpellini e di intagliatori che lavorarono alla realizzazione di magnifici portali e altari monumentali.

CHIESA DI SAN PIETRO – XVII° sec
Realizzata in stila barocco è il duomo della città. Conserva pregevoli stucchi arredilignei finemente lavorati e tele del pittore napoletano Enrico Salfi. In una cappella di questa chiesa decorata con particolari ricoperti in oro è custodita la statua dell’Immacolata Concezione, patrona di Rogliano. Il portale in tufo è datato 1717.

CHIESA DI SAN GIORGIO – XVII° sec
In stile romanico è monumento nazionale. Realizzata presumibilmente all’inizio del secondo millennio, conserva arredi barocchi del primo 700. La sua torre campanaria staccata dal resto della struttura si erge sulla piazza antistante e domina il quartiere Donnanni

CHIESA DI SAN DOMENICO XVII° sec
Mono navata situata nella piazza principale della città, è annessa al convento dei padri Domenicani oggi residenza municipale. Il portale in tufo è datato 1652

CHIESA DI SANTA MARIA ALLE CROCI XVII° sec
Conserva alcuni affreschi della venerata statua di Santa Maria. Ad essa originariamente era annesso il convento del terzo ordine francescano soppresso nel 1853. Il portale in tufo è datato 1771.

CHIESA DI SANTA LUCIA XVII° sec
In stile settecentesco, ha conservato fino al 1981 un altare finemente intagliato opera delle maestranze locali, andato distrutto a causa di un incendio.

CHIESA DI MARIA SANTISSIMA ASSUNTA XVII° sec
Un tempo bomboniera del “barocco Roglianese”, nel suo interno si possono ammirare tele pregiate e arredi lignei di bella fattura.

CHIESA DI MARIA SANTISSIMA ANNUNZIATA XVII° sec
Situata dietro l’abside della chiesa di San Domenico, si caratterizza per l’eleganza della sua facciata che si presenta con due oculi plurilobati.

CHIESA DI SANT’IPPOLITO XVII° sec
Chiusa al culto, oggi si caratterizza solo per la bellezza e la maestosità del suo portale datato 1709, che rappresenta l’apice del lavoro dei scalpellini locali

CHIESA DI SAN MICHELE XVIII° sec
Cappella del rione Serra, conserva una pregevole tela settecentesca e l’antica statua lignea dell’arcangelo.

CHIESA DI MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE XVII° sec
Ricostruita nel 1611 sulle rovine di un’antica cappella, conserva il soffitto e gli arredi lignei intagliati e decorata a foglia d’oro. Accanto alla chiesa vi è un romitorio dimora di numerosi eremiti fino al primo ventennio del 900.

CONVENTI DEI PADRI CAPUCCINI CON ANNESSA CHIESA DEL CARMINE XVII° sec
Uno dei più illustri della provincia vi furono celebrati tre capitoli generali (1583-1600-1635). Nel convento passarono illustri frati, tra i quali, ricordiamo Fra ‘ntoni da Panettieri morto in concetto di santità”.

CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE IN SANTO SPIRITO XVII° sec (museo di arte sacra)

(tratto dal pieghevole a cura dell’amministrazione comunale di Rogliano)

Share