2. Santa Maria alle Croci

Santa Maria alle Croci era la cappella del Convento dei Padri del Terzo Ordine di San Francesco d’Assisi e risalirebbe al 1600, situata ai piedi del Monte Santa Croce (da cui probabilmente il nome di S.Maria alle Croci o alla Croce) è un piccolo gioiello dell’arte barocca roglianese. La facciata si apre su una gradinata in tufo (calcareo) che crea insieme alla struttura della chiesa un meraviglioso e suggestivo gioco di volumi.
La facciata in stile barocco ha sul lato destro un campanile a pianta quadrata, alleggerito man mano che si sale da monofore in pietra tufacea. Sormontata da un tetto a capanna abbellito da un frontone di forma parallelepipeda con due caratteristiche volute e al centro una finestra circolare abbellita da lesene con capitelli ionici l’intera facciata è percorsa orizzontalmente da un cornicione che poggia su due lesene. Pregevole il portale datato 1777, in tufo con un arco a tutto sesto racchiuso da paraste sormontate da capitelli compositi.
L’interno ad un unica navata sormontata da una volta a botte e ricca di affreschi ispirate alla vita di Maria, ricca di stucchi e decori di un bianco candido impreziosita da una tela antichissima che raffigura la Vergine con il Bambino con a fianco S. Francesco di Paola e S. Antonio. Di pregevole manifattura e il presbiterio il legno con capitelli dorati del 1700.